Un articolo pubblicato sul portale Formu PA può fare da spunto di riflessione per il Piemonte e le sue PA.

Non mancano gli Enti virtuosi sul territorio, ma è utile fare un passo avanti, e chiedersi qual è il livello di interoperabilità dei dati pubblicati, e come può essere migliorato


Tra i sempre molto utili articoli del portale FPA, ci ha colpito di recente quello dal titolo "perchè abbiamo bisogno di un programma Open Data nazionale".  Si tratta di un punto di vista, e ognuno può dire la sua, ma crediamo sia importante soffermarci a riflettere sul livello di omogeneità dei dati che vengono pubblicati. E' importante che chi ha dati li condivida  con formati e standard che permettano di confrontare e integrare i dati provenienti da diverse fonti, o saranno le nuove tecnologie a "imparare" come collegare un informazione ad un altra?

Come dobbiamo gestire al meglio le nostre risorse per dare il massimo valore utile al cittadino: cercando di reperire più dati possibile, o investendo nel uniformare i dati più significativi a standard dettati da linee guida?

Cercare una risposta è di per se un atto nella direzione di creare un impatto positivo degli opendata sulla società, un modo per cercare di liberarne il potenziale a beneficio di tutti.

Leggi l'articolo sul sito di FPA


Notizia pubblicata il 27/07/2016



Tranne per i materiali specificatamente ed espressamente indicati come diversamente tutelati , i contenuti del sito sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribution CC BY 2.5