Dopo due anni di dibattito pubblico le licenze Creative Commons, le particolari licenze di diritto d'autore ispirate al modello copyleft, fondamentali per il mondo opendata, giungono alla versione 4.0. Al momento in draft, si attende l'ufficializzazione.

L'importante novità è la soluzione adottata in ottica dil interoperabilità europea: una sola versione ufficiale in inglese, ed eventuali traduzioni a carattere informativo.
Al momento sono in forma di final draft, non pubblicate ufficialmente. L'ufficializzazione è attesa per il prossimo ottobre.

La novità principale di questa quarta versione riguarda la scelta dell’omonima organizzazione che mantiene le Creative Commons di abbandonare la “tradizionale” localizzazione nazionale della licenze, optando per rilasciare un'unica versione ufficiale della licenza (in lingua inglese) ed eventualmente diffondere traduzioni con un valore meramente informativo.
Oltre alle nuove modalità di localizzazione internazionale, questa quarta release della licenze Creative Commons ambisce a rendere quanto più interoperabili possibile queste licenze con le altre; a massimizzare la loro sostenibilità nel tempo, anticipando le possibili evoluzioni della normativa in tema di diritto d’autore; e, in fine aspetto rilevante per il tema dei dati aperti, affrontare gli ostacoli che i governi e gli enti pubblici hanno trovato nell’adozione della licenze Cretive commons negli ultimi anni. In Italia le licenze Creative Commons vengono utilizzate da molte pubbliche amministrazioni per licenziare i propri dati in formato aperto, in particolare la licenza di tipo CC-BY è utilizzata da 25 enti pubblici italiani per un totale di 4.000 dataset.

Al momento le licenze sono rilasciate in forma di final draft, non pubblicate ufficialmente. L'ufficializzazione è attesa tra settembre e ottobre.

approfondisci su dati.gov.it

Notizia pubblicata il 19/09/2013

Tranne per i materiali specificatamente ed espressamente indicati come diversamente tutelati , i contenuti del sito sono soggetti alla licenza Creative Commons Attribution CC BY 2.5